martedì 7 dicembre 2021

Muji!

Continuo con i miei suggerimenti per i regali di Natale! Con il mio ultimo acquisto fatto nella nota catena giapponese Muji che, per chi non la conoscesse, vende articoli per la casa, biancheria, cibo, mobili e cancelleria. I prodotti Muji si distinguono per il design molto sobrio, privo di decori o dello stesso marchio dell'azienda, che di solito non è presente o quanto meno non immediatamente visibile.

Quando ho vissuto un mese in Giappone, avevo un'appartamento completamente arredato Muji, e tra le varie cose c'era anche un gradevolissimo bollitore elettrico, bianco ghiaccio, dalla texture satinata. Ebbene ora che il mio bollitore ha deciso di lasciarmi, dopo molti e molti anni di onoratissimo servizio, ho deciso di acquistare quel bellissimo bollitore che usavo a Tokyo ogni giorno. Ovviamente consiglio a tutti l'acquisto, oltre che per l'uso personale è di certo un ottimo regalo!


lunedì 29 novembre 2021

Tokyo Gourmand


 



TOKYO GOURMAND
Laure Kié & Haruna Kishi
2021, 143 pagine, testo illustrazioni e foto a colori
ISBN 978-88-8499-721-0
prezzo di copertina € 16,50


Come i due libri precedenti è degno di interesse! Delle stesse autrici La Vita Giapponese Illustrata e La Cucina Giapponese Illustrata, questo libro è dedicato alla cucina di Tokyo, con suggerimenti di locali nei vari quartieri, spiegazioni dei piatti e degli ingredienti, tipi di cotture e qualche ricettina. Sempre splendidamente illustrato con disegni semplici in stile acquarello e corredato da molte belle foto, il tutto a colori. Un magnifico regalo di Natale visto il periodo, super consigliato agli amanti del Giappone e a chi vorrebbe fare un viaggio a Tokyo, ma non può visto che ormai da due anni il Giappone si è chiuso al turismo avvolto in una fitta cortina di crisantemi. 



Unica nota dolente ma va segnalata, la copia in mio possesso ha alcune foto e illustrazioni difettose, probabilmente dovuto ad una bassa qualità di stampa, molte immagini risultano sfocate. Un vero peccato, spero che il problema verrà risolto in futuro. Vi lascio un esempio di pagina 104, cosi potete verificare in fase di acquisto che non sia come la mia.

lunedì 30 agosto 2021

The One bubble tea

Conoscete il bubble tea? In Giappone è famoso già da molti anni, da qualche tempo è arrivato anche in Italia, anche se in genere non si trova con chissà quale scelta di gusti e topping. Finalmente ho trovato anche qui a Roma, un bubble tea super buono, con molti gusti e colori!
Si chiama The One, in viale Eritrea 34a, qui si possono trovare molti gusti e varianti, alcune di stagione per un tempo limitato. Ad esempio al momento, come gusto estivo si può avere il Pesca Macchiato, veramente buonissimo e che sa realmente di squisita pesca. Alcuni, come il Pesca Macchiato o il Choko shake, sono vere esplosioni di gusto, altri più discreti. All'interno dei molti bubble tea proposti si può scegliere cosa mettere sul fondo, dalle classicissime palline di tapioca, ai cubetti di gelatina, il tutto nei vari gusti.
Cercatelo su Instagram, @theonebubbletea






mercoledì 11 agosto 2021

Tè e teiere, Roma

Ecco l'acquisto di oggi! In questa estate super calda, ho pensato bene di fare una camminata in pieno centro a Roma per andare a vedere un negozio che vende tè ed oggettistica come teiere, tazze, barattoli, ciotole ecc. Ho deciso di andare da Tè e Teiere, così si chiama il negozio, perché hanno messo in vendita un nuovo blend per l'estate, una base di kukicha, con matcha e yuzu. Amo molto il gusto di questo agrume giapponese e del matcha, non potevo quindi non provare questa miscela! Peccato per il prezzo non propio economico, 50 g 19 euro. 
Il negozio è ben tenuto, si vede che l'esposizione della merce è curata, con una selezione di oggetti gradevoli e anche ricercati, comunque sempre di buon gusto. Un po' altini i prezzi. Una piccola boutique del tè in centro a Roma, che sembra esistere più per il piacere della proprietaria che per una reale necessità di vendita. 
Molto attivo anche il canale Instagram, con consigli di infusione, nuove miscele e aggiornamenti sullo shop online. 









sabato 26 giugno 2021

Il Giardino delle Parole - Koto no Ha no Niwa

Oggi mi sono riguardato su Amazon Prime Video Il Giardino delle Parole di Makoto Shinkai, un film del 2013, molto bello e delicato. Ambientato prevalentemente nel parco di Shinjuku, uno dei polmoni verdi di Tokyo. Ogni volta che lo rivedo mi tornano in mente le lunghe passeggiate nel verde, i laghetti, le carpe e la pace che si prova insieme alla sensazione di irrealtà che mi assale quando mi dimentico di essere nel centro di una delle metropoli più grandi del mondo. Se siete a Tokyo, vi consiglio una lunga passeggiata in questo bellissimo parco, col giardino delle rose, la grande serra, il padiglione cinese e i vari ponti che attraversano i laghetti. Vi dimenticherete della frenesia di Tokyo...

L'ambientazione del film...

... e la foto che ho fatto al luogo reale!

martedì 22 giugno 2021

Oshiri Tantei ovvero Detective Culetto!

Ebbene si! Finalmente arriva anche in Italia il famosissimo Detective Culo, no non sono pazzo, già da qualche anno in Giappone c'è questo personaggio a cui sono dedicati non solo libri ma anche peluches e gadget. Come sia venuto all'autore giapponese di creare questo personaggio proprio non lo riesco ad immaginare, ancora meno come abbia trovato un'editore. E incredibile ma vero, contro ogni possibile previsione, la panini ha deciso di pubblicare Oshiri Tantei anche in Italia. Inizialmente previsto in uscita per maggio, poi rimandato a giugno, eccolo sui nostri scaffali fare bella mostra della sua faccia da... ehm, bhe avete capito no? Il libretto con copertina rigida, affronta due casi dove si cimenta il nostro detective alternativo, il pubblico a cui è destinano è sicuramente infantile.


oshiri tantei
Ecco i volumi originali fotografati in Giappone...

Ed ecco invece la copertina italiana!

Dakimakura


Lo sapete già cosa sono? Allora siete degli otaku e dei nerd! Tranquilli non dovete vergognarvi avete tutto il mio rispetto!
I dakimakura sono dei cuscinoni stretti e lunghi, a cui si applicano le fodere che più piacciono. Il dakimakura fa parte della cultura nerd giapponese e non può certo mancare ad un vero Otaku con la O maiuscola che si rispetti! Usato come feticcio erotico, come compagno per una dormita o solo per favorirvi il sonno, sulla fodera la stampa del nostro personaggio manga o anime preferito, in genere in pose più o meno provocanti. Generalmente c'è una posa diversa per lato, una casta e l'altra più provocante, a volte invece si trovano con doppio personaggio, uno per lato.
I ragazzi o ragazze giapponesi si sa, non brillano per rapporti interpersonali, spesso tornano a casa dopo la scuola e si sentono soli, si chiudono nelle loro stanze e in loro stessi o nel peggiore dei casi sono degli hokikomori. Ed ecco che viene loro in aiuto il dakimakura. Un enorme cuscino che gli tiene compagnia e che possono abbracciare distesi sul letto o sul futon, una rassicurante rappresentazione del loro personaggio preferito. Una sorta di sostituzione parziale del contatto umano.

I dakimakura sono di diverse misure, ma le più comuni sono 150x50 o 150x60, ci sono inoltre misure più contenute come 100x35. E' importante conoscerne la misura e acquistare l'imbottitura interna con coscienza, in quanto poi la federa dovrà essere acquistata con le stesse misure.
Oltre alla misura, si deve scegliere anche il materiale su cui verrà stampata la fodera del nostro dakimakura, le scelta scelta avviene tra tre qualità di materiale, quella base che risulta anche la più economica, un tessuto non meglio identificato, molto liscio che permette una stampa precisa e di qualità dell'immagine scelta.  
La versione peach skin, in microfibra con una maggiore resistenza e una texture soft.  
La terza opzione, la più costosa chiamata 2 way tricot, si caratterizza per una maggiore qualità ed elasticità del tessuto, maggiore precisione di stampa, tessuto che si vanta di essere caldo in inverno e fresco in estate, il top che puoi scegliere per il tuo dakimakura!

Che dire, se non lo provi non lo puoi apprezzare, ma fidatevi che è davvero comodo poterlo stringere sul letto e anche se non lo avrei mai detto concilia il sonno!